Arte e Mostre • Blog

“La fotografia non mostra la realtà, mostra l’idea che se ne ha”

non_conventional Landscape Teramo 2015_4

Non conventional landscape postcards
Mostra fotografica a cura di Emanuela Amadio
Nello spazio espositivo comunale, via Palma – Teramo
22/28 gennaio 2016 _ da lunedì a giovedì 17,30 -19,30

non_conventional Landscape Teramo 2015

“La fotografia non mostra la realtà, mostra l’idea che se ne ha”

Con questa frase Neil Leifer, noto per aver immortalato gli incontri di box di Muhammad Alì, sintetizza cinquant’anni di carriera nel mondo della fotografia. E se a dircelo è un fotografo sportivo, che nell’immaginario comune svolge il ruolo di testimone oculare degli eventi, al pari di una videocamera di sorveglianza, possiamo crederci.

non_conventional Landscape Teramo 2015_6

In altre parole, la fotografia è un medium per interpretare la realtà e raccontare il punto di vista dell’autore, unico e personale, ad un vasto pubblico.

Interpretazione e originalità sono le parole chiave che hanno accompagnato la nascita di “Non-conventional landcape postcards”, una mostra fotografica dedicata alla città di Teramo, a cura di Emanuela Amadio.

non_conventional Landscape Teramo 2015_2

non_conventional Landscape Teramo 2015_3Il progetto fotografico collettivo è stato sviluppato nell’ambito dell’omonimo corso di fotografia di paesaggio, svoltosi alla fine del 2015 a Teramo, ed ha visto la partecipazione di 12 autori, ognuno dei quali ha interpretato in modo personale la città.

È stata l’occasione per guardare Teramo con nuovi occhi, confrontandosi con i grandi nomi della fotografia di paesaggio in Italia e con la produzione locale di cartoline postali, che hanno determinato la diffusione e il successo di vedute stereotipate della città.

Dodici sguardi, una sola città.

Ogni corsista ha sviluppato un progetto fotografico, lavorando sui temi assegnati: la vita quotidiana nelle piazze, la storia nei dettagli, i monumenti visti da lontano, gli accessi alla città e il verde pubblico.

Lavorare per progetto significa abbandonare l’approccio da turista, che fotografa tutto ciò che colpisce la sua attenzione, per dedicarsi ad una riflessione ponderata sulla città, che sia in grado di veicolare l’essenza di un luogo e la propria visione personale.

non_conventional Landscape Teramo 2015_7

L’obiettivo di “Non-conventional landscape postcards” si può riassumere in una parola: condivisione. Che i lavori prodotti durante il corso di fotografia possano stimolare i visitatori, e in particolar modo i cittadini, a guardare gli spazi urbani con maggiore attenzione e, perché no, ad apprezzare un po’ di più la propria città.

non_conventional Landscape Teramo 2015_5

Progetti fotografici di: Maria Francesca Annibali / Valentina Di Girolamo / Leonardo Salvatore Graziano / Walter Massimi / Federica Matteucci / Antonella Di Paolo / Marco Marini / Massimiliano Perelli / Antonio Pigliacelli / Ugo Maria Sansone / Valentino Tarquini / Alessia Vallese

Ringraziamo per aver scritto l’articolo
Emanuela Amadio

Lascia un commento