Arte e Cultura

Auditorium, ex Chiesa Marchesale – Sant’Omero (TE)

Auditorium-ex-Chiesa-Marchesale

La Chiesa Marchesale, ora Sala Comunale/Auditorium fu eretta nel 1348 in onore della Madonna della Misericordia, come ringraziamento della popolazione alla scampata all’epidemia di peste. Della costruzione originale resta la parte posteriore della torre, il resto venne ricostruito nel XVII secolo per volontà del Marchese Alvaro De Mendoza, che la volle come cappella privata affiancata al palazzo residenziale.

Disposta secondo i punti cardinali, in muratura laterizia e dalla facciata rinascimentale molto semplice, presenta al centro un ovulo con la funzione di lucernario sovrastato da un campanile a vela a campana unica. L’orologio sottostante è stato inserito nel Settecento. La torre che poggia sul basamento a scarpa della vecchia cinta muraria in stile romanico, probabilmente aveva funzione di avvistamento o di difesa. L’interno ad unica navata con 4 cappelle laterali ridotte a nicchie, anticamente presentavano una copertura con volta a botte.

Nella piazzetta antistante, che prende il nome di Largo Mendoza, un tempo sede del mercato popolare, affaccia affianco alla Chiesa/Auditorium anche il Palazzo Marchesale, edificato nel 1555 come riportato sull’architrave del portale voluto dal Marchese Mendoza, signore di Sant’Omero negli anni ’60 – ’70 del XVII secolo, anche se si ritiene che la data della sua costruzione coincida con la signoria dei Duchi d’Acquaviva di Atri.

Nel 1900 la chiesa fu sconsacrata e trasformata in cinema, mentre oggi l’Auditorium è utilizzato dal Comune di Sant’Omero come sala espositiva per conferenze e mostre: degna di nota l’esposizione nel 2014 del Guerriero Loricato, una scultura in pietra calcarea che raffigura un guerriero disteso in armatura risalente al XV secolo rinvenuta nelle campagne di Sant’Omero, probabilmente realizzata come sarcofago monumentale degli Acquaviva come riporta lo stemma del leone rinvenibile all’altezza del petto.