Arte e Cultura

Ruderi della Chiesa e del convento di Santa Maria della Lacrima – Bellante (TE)

Santa Maria de Lagryma

Arrivando a Bellante Paese dalla SP 13 è possibile ammirare il fianco del maestoso e affascinante rudere di Santa Maria della Lacrima (o de Lacryma). Ormai diroccato, il complesso comprendeva una chiesa e il convento dei Carmelitani e risulta noto già nel XIII sec.: forse il periodo di edificazione è la metà del Duecento. Subì vari restauri nel corso dei secoli XVI e XVII.

Il marchese di Bellante appartenente alla famiglia Acquaviva, Baldassarre Acquaviva d’Aragona, nel 1562 cedette il convento ai carmelitani. Esso venne chiuso a fine Settecento, nel 1793, mentre la chiesa continuava ancora ad essere utilizzata quale luogo di culto.

Oggi restano visibili la facciata, la torre campanaria e parte del convento risalenti alla prima edificazione mentre l’interno è abitato da arbusti e vegetazione. Il tetto e anche molta parte delle mura (soprattutto della parte conventuale) risulta distrutta. Di epoca recente sono la scalinata posta in facciata e il muricciolo che la costeggia.